SIRMIONE, DESENZANO, SALÒ, L’OFFERTA IMMOBILIARE LIMITATA FA SALIRE I PREZZI

A Sirmione i prezzi delle abitazioni in buono stato partono dai 3500 euro al metro quadrato fino a 4500, con punte tra i 7000 e gli 8000 euro al metro quadrato per soluzioni di lusso. A Desenzano si può acquistare una villa su tre piano con giardino e piscina a partire da 1,3 milioni di euro, con il mercato immobiliare che è in rialzo di 5 punti percentuali nell’ultimo periodo. Questo rialzo dei valori si deve a buoni livelli di domanda a fronte di un’offerta limitata, specialmente se si considerano unità immobiliari inserite in piccoli condomini con ingresso indipendente e privi di spese condominiali. Se prima del Covid la richiesta degli acquirenti si attestava su case da vacanza piccole, come bilocali e trilocali, oggi le stesse unità immobiliari sono ricercate come prime case e con richiesta di giardino, appartamenti ai piani alti e dotati di balconi e terrazzi più capienti.

A Sirmione le zone più richieste sembrano essere Colombare Centro, porto Sirmione 2 e Lugana, quest’ultima scelta grazie ai numerosi lavori degli anni passati che hanno riguardato il centro e hanno portato nella vivace cittadina locali di tendenza che traguardano il lago. Ad acquistare in questa zona per lo più italiani, seguiti da tedeschi, belgi e sporadicamente russi.

A Desenzano la pista ciclabile ed il miglioramento dei servizi offerti hanno portato ad un rialzo, con un budget medio da parte degli investitori compreso tra i 150mila e i 300mila euro. Ma c’è anche chi fa transazioni direttamente online, sinonimo del fatto che tutta l’area del Garda continua a riscuotere un grande interesse non soltanto per gli Italiani, ma anche per investitori internazionali.

Chiude la lista Salò, dove i valori al metro quadro per edifici esistenti va dai 3 ai 7mila euro. Nelle zone collinari di Salò sono numerose le ville singole con vista sul lago e la riqualificazione dell’ex “Fonte Tavina” darà vita a 17mila metri quadrati destinati a residenziale, 8mila ad alberghiero e terziario.


Foto courtesy Richard Gillin 


 

 

TORNA ALLE NEWS